Cartoline amarcord

Un omaggio ad alcuni degli angoli più pittoreschi del borgo di Rivalto, ritratti nelle cartoline di un tempo.
Un breve viaggio attraverso le immagini nostalgiche delle cartoline in bianco e nero, ingiallite o delle riproduzioni tipografiche con stampi colorati al limite del verosimile e dello psichedelico, per rievocare il fascino del passato, quando ancora la corrispondenza cartacea rappresentava il mezzo principale di comunicazione e aveva il potere di avvicinare le persone.


Le vedute di insieme del borgo di Rivalto su cui svetta, fiero, il campanile della Chiesa parrocchiale dei Santi Fabiano e Sebastiano.





Le immagini sbiadite di Piazza della Compagnia, da sempre punto di ritrovo della popolazione rivaltina.




La centrale Piazza Beato Giordano da Rivalto, fulcro dell'attività delle botteghe locali e della Chiesa dei Santi Fabiano e Sebastiano



proseguendo da Piazza Beato Giordano, lo scorcio della discesa di Via Garibaldi, un tempo Via Vittorio Emanuele.


La splendida Villa Cortesi che domina Via Amerigo Vespucci 




per giungere al Monumento ai Caduti per la Patria nello slargo tra Via Amerigo Vespucci e Via Giuseppe Falugi.




Le alture di Poggiopiano con il Santuario della Madonna del Carmine ed il campino di calcio.